10 febbraio 2015

Ri-tornare

Ri-emergere.
Ri-pensare.
Ri-costruire.

L'Illustratrice, come ogni essere umano, può incontrare Sfide assai ardue e impegnative.
E come ogni vivente, in questi momenti concentra la sua Energia solo sulle priorità.
Capita così... di sparire per un po' al mondo.

Capita di vivere intensamente, di correre velocissimo, di prendere spintonate e inciampare.
Capita di rialzarsi e continuare, senza sosta, perché in quel momento c'è Chi ha più bisogno di lei.
Capita che arrivano momenti di Gioia folle a braccetto con il Dolore più grande.

Succede che quando la Tempesta passa... ci si ritrovi bagnati, ammaccati ed esausti.
Succede che lo spazio Vuoto attorno ora è troppo e soffoca.
Succede così... che si sente la necessità di indossare per un po' le vesti dell'Orso.

 
E mentre Dama Vita e Madama Morte continuano la loro Danza sulla sua caotica scacchiera, l'Illustratrice sta rintanata in una bella caverna buia con l'unico desiderio di dormire.


L'Inverno può essere rigido e lungo, ma conserva in sé semi di Creatività.
Tutto tace, ma loro crescono.
Tutto sembra immobile, ma non lo è mai, tantomeno i Sogni.

Accade così... che pian piano il Risveglio bussa alle sue palpebre.
E l'Illustratrice è costretta ad alzarsi dal letto, almeno per sedersi alla finestra a guardare la Neve.
E allora se ne accorge...

Un riflesso, due Occhi, un Canto.


L'Illustratrice è spesso soggetta a Visioni, reali o immaginarie che siano.
Percezioni, idee, improvvise aperture mentali.
Follia, Casualità, Creatività... ?

Poco importa.
Così Ri-nascono le Cose.


Buon 2015!
 

13 maggio 2014

Ri-membrare

Capita molto spesso, nella vita dell'Illustratrice, di avere dei momenti in cui il tempo sembra congelarsi.

Può succedere appena terminato un lavoro, o subito prima che ne parta un altro, o comunque nelle vicinanze di un periodo molto intenso a livello creativo.

L'Illustratrice, dopo momenti di entusiasmo e condivisione, si richiude a mo' di riccio in sé stessa.
Le attività principali si caratterizzano per profondità, lentezza e silenzio.

Per esempio:

- immergersi in lunghe letture
 
- fare gite in solitaria (parchi e musei si prestano benissimo)
- riordinare e riguardare con occhi nostalgici vecchi progetti
- dedicarsi alle piante sul balcone
- sfogliare i colorati cataloghi Ikea
- riguardarsi una serie di telefilm molto amata
- ... varie altre ed eventuali (si accettano suggerimenti dai colleghi)
 
L'Illustratrice in questione ama terribilmente arrampicarsi sull'armadio, recuperare vecchi enormi scatoloni decorati per esaminarne il prezioso contenuto.
Lettere, lontane corrispondenze, biglietti augurali dei tempi del liceo (!), foto dimenticate...


Tutto ciò permette all'Illustratrice di ricordare e ricostruire dentro di sé la propria essenza e di ricaricarsi prima del prossimo "attacco creativo"!

Se poi fuori dalla finestra si sta preparando un temporale coi fiocchi... allora è il massimo!

Si prega di non interrompere, Grazie!

7 maggio 2014

L'apparenza inganna

MITI (assolutamente) da sfatare sull'Illustratrice.
Vi offrirò episodi reali a dimostrazione.

Mito N°1: l'Illustratrice è una personcina dolcissima che vive in un mondo tutto rosa e passa le sue meravigliose giornate canticchiando e disegnando coniglietti color pastello...


Episodio N°1








Ok...
L'Illustratrice sa anche essere dolcissima e gentile, ama mangiare cose (più o meno) sane, adora tinte delicate e oggettini vittoriani... ma sul suo immaginario interiore è meglio che non diate MAI nulla per scontato!

Si ringrazia l'amica e collega More per la partecipazione.

29 aprile 2014

Genio... incompreso (2)!

L'Illustratrice, dopo ore di duro lavoro, è pronta a donare la sua Opera!
Ma come già detto... non tutti comprendono fino in fondo questa attività...

Chissà perché, poi...?

 





Matti?
Questa è creatività!

 

22 aprile 2014

Genio... incompreso (1)!

Come ben sapete, all'Illustratrice succede di venir colta improvvisamente dal furor sacro della creazione!


Magari in seguito a un corso, o a un incontro con amici-colleghi-illustratori (evento di non poco sfogo e importanza, ricordatevelo!) o semplicemente al cambio del meteo...

Quel che importa è che Lei DEVE creare!

L'Illustratrice, spesso e volentieri (più spesso, che volentieri in realtà...), non viene compresa dal suo prossimo.
Anche da quelli più prossimi-prossimi... talvolta...


 
Per fortuna... esistono le Mamme!

* OPi = Orecchia Piccola = il Moroso (il ragazzino con la tuta, per intenderci!)

18 aprile 2014

Musica!

L'Illustratrice quando lavora ama ascoltare un po' di buona musica.

L'Illustratrice in questione adora i musical... uno in particolare.
E quando fa partire la colonna sonora... le conseguenze sono temibili...


Beh... vorrei vedere voi.
Provate ad ascoltare questa traccia e vediamo se non vi muovete!
 
Buona Pasqua!

16 aprile 2014

Manie primaverili

La Primavera ha sempre uno strano effetto sull'Illustratrice.

Agli sbalzi d'umore repentini si alternano improvvisi stati di "gioia" (alla Biancaneve).
Si ritrova ad annusare i fiori, a sorridere agli uccellini e a sfogliare improbabili riviste femminili che, immancabilmente, fanno nascere idee balzane in quella sua creativa testolina...


L'Illustratrice dovrebbe aver oramai imparato che il suo talento con matite e colori non si estende, per forza, a tutti i campi "artistici".
Invece no.
L'Illustratrice (in Primavera) è pervasa da questo (instabile) pacifico ottimismo.


E ci si impegna davvero.
Fiduciosa.
Finché si ritrova ad ammirare nello specchio la cugina di primo grado di Medusa.


Credete forse che l'ottimismo primaverile sia sparito?
Noooo...
Sono profondamente convinta di poter impietrire qualcuno con un solo sguardo... proviamo?

10 aprile 2014

Ci sono giorni che...

... l'Illustratrice non ha solo la luna storta.
Sono storti i pensieri, le matite, la penna grafica, i panni stesi, il cestino dell'umido e i tortiglioni che per cuocere ci vuole una vita intera.

Ci sono giorni che l'Illustratrice ha solo voglia di starsene nella sua "tana", a disegnare, in silenzio.
Possibilmente sola.

Ci sono giorni che all'Illustratrice fanno male gli occhi e le orecchie a leggere e sentire certe stupidate.

Ci sono giorni che va così.
Perché nella testa dell'Illustratrice le immagini e le storie e le voci si moltiplicano a dismisura e non si riescono a gestire.


Ci sono giorni, come oggi, che l'Illustratrice va in cerca solo di cose genuine.
Come il cioccolato, un merlo o un buon libro.

Se non appartenete a una di queste categorie... state alla larga. Almeno per un po'.

28 marzo 2014

Post Fiera

 (No... non sono stanca...)

21 marzo 2014

Conto alla rovescia...

Che i giorni pre-Fiera siano indiscutibilmente instabili dal punto di vista psico-emotivo... è scientificamente dimostrabile.

I sintomi manifestabili dall'Illustratrice in fase pre-Fiera generalmente sono:

1) improbabili stati catatonici
2) sbalzi d'umore improvvisi
3) attimi di temibile aggressività (e sadismo)
4) pianti isterici qb

- 4
 

-3


-2


-1
 
 
 
Rimedi (per voi):
1) state alla larga o, se non potete farlo, assecondate silenziosamente l'Illustratrice in crisi.
 
Non dubitate... l'Illustratrice, alla fine, riesce sempre a fare tutto nel migliore dei modi.
Forse.
 
Ci vediamo in Fiera!
 
* si comunica che la stampante e il ragazzino con la tuta della 3° vignetta sono sopravvissuti.
 

19 marzo 2014

... workaholic...







... rimedi?

17 marzo 2014

Biglietti da visita


Un'illustratrice non è quasi MAI soddisfatta.
E quella con il biglietto da visita o Business Card... diventa una vera lotta.

Ila: 0
B.C.: 1

Rimedi
1) staccare il pc e prendersi un bel gelato
2) staccare il pc e prendersi un bel gelato
3) staccare il pc e prendersi un bel gelato

(repetita iuvant)

13 marzo 2014

Quotidianità pre-Fiera

clicca per ingrandire